CATEGORIE
Minicentraline (1)
Resistenze elettriche (1)

ARCHIVIO
agosto 2022
luglio 2022
giugno 2022
maggio 2022
aprile 2022
marzo 2022
febbraio 2022
gennaio 2022
dicembre 2021
novembre 2021
ottobre 2021
settembre 2021
agosto 2021
luglio 2021
giugno 2021
aprile 2021
marzo 2021
febbraio 2021
gennaio 2021
dicembre 2020
novembre 2020
ottobre 2020
settembre 2020
agosto 2020
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
maggio 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
aprile 2011

La normativa UNI-CIG 7140 per i tubi per il gas metano

Normativa di riferimento per i tubi per gas metano e indicazioni per la sua installazione.

Le tubature per il gas metano sono componenti fondamentali all’interno degli impianti e, per questo motivo, la regolamentazione che le riguarda risulta essere essenziale per evitare malfunzionamenti o problematiche di vario genere.
La normativa principale che tratta questa tematica è la normativa UNI-CIG 7140, la cui ultima versione è risalente al marzo 2013. All’interno di questa norma sono esplicate tutte le specifiche riguardanti i materiali, il processo produttivo e i metodi di prova da utilizzare per il testing di tubi flessibili non metallici utilizzati per installazioni all’interno di impianti domestici (e civili) e caratterizzati da una potenza termica nominale inferiore a 35 kW.

Le suddivisioni dei tubi per il gas metano all’interno della norma

Un aspetto peculiare di questa norma è la suddivisione dei tubi sulla base della pressione massima nominale. Infatti, i tubi di tipo A1 e A2, che sono generalmente le categorie di tubi che sono fornite sotto forma di rotoli, appartengono alla prima classe e sono caratterizzati da una pressione massima di 0,2 bar. Contrariamente, i tubi di tipologia B e C, ovvero i tubi maggiormente noti come “manicotti”,  appartengono alla seconda classe perché sono caratterizzati da una pressione massima con valori di due ordini di grandezza maggiori rispetto alla classe uno (circa di 20 bar).

La struttura dei tubi nelle due classi identificate dalla norma

Entrambe le classi sono caratterizzate da tubi che presentano una struttura a strati partendo da un sottostrato di gomma sintetica e successivamente articolandosi in maniera differente. In particolare, la maggior differenza riscontrabile è data dallo strato di rinforzo centrale:
- I tubi della classe I sono caratterizzati da uno strato di rinforzo in materiale tessile intrecciato che garantisce sia resistenza che elasticità;
- I tubi della classe II sono caratterizzati da uno strato di acciaio ossidabile o inossidabile: in particolare, l’utilizzo di acciaio inox, oltre ad infondere la classica resistenza derivante dall’acciaio, permette anche una maggiore resistenza alla corrosione, facilitando il lavoro della guaina esterna.

La marcatura differente tra le due classi specificate dalla norma

Un aspetto importante, ai fini dell’identificazione e manutenzione dei tubi per il gas metano, è la marcatura, ovvero un codice che identifica univocamente il tipo di prodotto e che deve essere riportato sullo stesso. Entrambe le classi presentano una marcatura con il nome del produttore, la norma di riferimento seguita (in questo caso la UNI-CIG 7140), la classe, la tipologia di tubatura e il diametro nominale. La vera differenza è data dalla data di fabbricazione/ sostituzione: la classe I presenta una data entro la quale andare a sostituire il componente, mentre la classe II indica la data di fabbricazione.
Il rispetto di tale normativa, o di una normativa corrispondente, è fondamentale per realizzare e installare tubi per il gas metano qualitativamente corretti e ridurre al minimo i rischi, migliorando la sicurezza delle persone che si trovano a contatto con essi.

Le prove di caratterizzazione secondo la normativa UNI CIG 7140

I tubi per il gas metano, come visto in precedenza, svolgono un ruolo fondamentale negli impianti a gas e devono garantire caratteristiche e proprietà che rispettino valori riportati nella normativa.
In particolare, le prove di interesse per questa categoria di componenti sono:
- Esame visivo della superficie interna: svolto da personale preparato e con esperienza, è un’indagine visiva volta a rilevare difetti o problematiche superficiali;
- Prova di sfilamento: il tubo deve garantire un valore minimo di sfilamento per essere dichiarato conforme. Inoltre, è valutata anche la pressione di sfilamento;
- Prova di resistenza a trazione: prova meccanica maggiormente diffusa e volta a determinare lo sforzo, detto di rottura, che porta al cedimento del componente;
- Prova di resistenza allo schiacciamento: anche in questo caso è richiesto un valore minimo;
- Prova di curvatura: volta a valutare l’ovalizzazione del tubo in presenza di una piega o di una curva;
- Conformità rispetto alla pressione idraulica, all’indeformabilità a caldo, all’invecchiamento e al piegamento;
- Prova di scoppio: è necessario riscontrare un valore di pressione minima maggiore di quello indicato nella normativa;
- Prova di permeabilità all’idrogeno e all’azione dei gas di petrolio liquefatti: necessaria per valutare la resistenza ad eventuali contaminazioni in esercizio che possono creare problematiche anche ingenti.
Il rispetto di tali valori rappresenta una condizione necessaria per la conformità alla normativa dei tubi per il gas metano.

16/12/2021


Vedi anche
16/07/2016 Tubo per gas metano e la prova di sfilamento La norma UNI CIG 7140 prevede la prova di sfilamento per la sicurezza del tubo per gas metano e degli impianti.

16/09/2016 Tubo per gas metano in rotoli a norma UNI CIG 7140 Tubo per gas metano in rotoli da tagliare a misura ma sempre rispettando le lunghezze dello spezzone imposte dalla norma

16/03/2016 Materiali e marcature dei tubi per gas metano La marcatura ripetuta a intervalli regolari sui tubi per gas metano per avere una corretta identificazione.

16/12/2015 Il tubo per gas metano e la norma di riferimento Un tubo per gas metano multistrato in PVC con uno strato intermedio in materiale tessuto per migliorare la resistenza alla pression

16/02/2020 Tubo per GPL realizzato secondo la normativa EN ISO 3821 Caratteristiche del tubo per GPL definite dalla normativa ISO 3821 relativa agli apparecchi per saldatura


I contenuti di questo sito non hanno carattere di periodicità e non rappresentano 'prodotto editoriale'.