CATEGORIE
Minicentraline (1)
Resistenze elettriche (1)

ARCHIVIO
novembre 2022
ottobre 2022
settembre 2022
agosto 2022
luglio 2022
giugno 2022
maggio 2022
aprile 2022
marzo 2022
febbraio 2022
dicembre 2021
novembre 2021
ottobre 2021
settembre 2021
agosto 2021
luglio 2021
giugno 2021
aprile 2021
marzo 2021
febbraio 2021
gennaio 2021
dicembre 2020
novembre 2020
ottobre 2020
settembre 2020
agosto 2020
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
maggio 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
aprile 2011

Valvole di sfogo aria anche sulle caldaie

Valvole di sfogo aria per impianti, caldaie e caloriferi automatiche per evitare il continuo azionamento

Le caldaie necessitano il montaggio di valvole di sfogo per l’aria per poter ottenere la massima efficienza durante il loro funzionamento, in quanto un accumulo anomalo di gas (rilasciati nell’impianto e dovuti al riscaldamento del fluido) potrebbero mandare in blocco l’intero impianto. Infatti, l’aria costituisce principalmente una doppia problematica: da una parte si ha il rischio di corrosione degli elementi dell’impianto e, quindi, la progressiva perdita di efficienza; dall’altra c’è il problema della cavitazione che può provocare il deterioramento dell’impianto e il malfunzionamento dello stesso. Per questi motivi sono necessarie le valvole di sfogo aria per caldaie e nel catalogo sono presenti diversi modelli, tutti a funzionamento automatico. La scelta di valvole automatiche permette di far fronte alle problematiche citate in modo del tutto autonomo, senza ricorrere ad un periodico intervento.


Quali sono i componenti delle valvole di sfogo aria per caldaie?

Le valvole di sfogo aria per caldaie sono dispositivi semplici e constano di alcuni elementi fondamentali per un funzionamento ottimale:
- Il galleggiante: elemento che si muove in relazione al riempimento della camera della valvola con aria o con acqua. Esso sale quando l’acqua riempie la camera e scende quando le bolle d’aria si raggruppano formando macro-bolle.
- L’asta del bilanciere: elemento di collegamento tra il galleggiante e l’otturatore.
- L’otturatore: elemento posto in sommità e necessario per chiudere lo sfogo dell’aria.
- Lo sfogo dell’aria: canale in cui l’aria fluisce per essere eliminata all’esterno.

Quando la camera si riempie di acqua il galleggiante sale e, mediante l’asta del bilanciere, l’otturatore chiude il condotto per lo sfogo dell’aria. Una volta che le bolle d’aria si sono raggruppate nella camera della valvola, il galleggiante scende e provoca l’apertura dell’otturatore. Solo in questo momento l’aria può fluire all’esterno e la pressione dell’acqua torna a salire, provocando la risalita del galleggiante e l’inizio del ciclo successivo.


Le specifiche tecniche delle valvole di sfogo aria per caldaie

Come già detto in precedenza, nel catalogo Gnali Bocia sono presenti diverse valvole di sfogo aria per caldaie automatiche che derivano da una filiera controllata, garantita e certificata ISO-9001. I materiali utilizzati sono diversi:
- Ottone EN 12165 - CW 617N: utilizzato per il corpo della valvola. È una lega ad alta lavorabilità e basso tenore di piombo.
- Acciaio inox: è usato per le molle perché resiste bene al problema della corrosione.
- Gomma sintetica “anti-incollamento”: è una materiale polimerico ideale per le guarnizioni di tenuta.
- Ottone EN 12164 - CW 614N: materiale utilizzato per certi particolari e adatto per ridurre riscaldamento e usura.
- Materiali plastici: utilizzati per altri particolari e devono essere resistenti al calore in quanto entrano in contatto con alte temperature. Alcuni esempi possono essere il Noryl e l’Hostaform.
Per quanto riguarda le specifiche tecniche, le valvole di sfogo aria per caldaie di Gnali Bocia sono progettate per sopportare temperature di 100°C e pressioni fino a 10 bar.


I problemi principali causati dall’aria in un impianto

L’aria è sempre presente all’interno del fluido circolante in un impianto sotto forma di microbolle disperse. Talvolta, soprattutto in presenza di tratti a flusso controllato, tali microbolle possono coalescere formando bolle d’aria di dimensioni importanti che portano con sé alcune problematiche di notevole importanza:
- corrosione: fenomeno elettrochimico ampiamente diffuso che porta, tramite meccanismi diversi, al progressivo deterioramento dell’integrità strutturale dell’impianto o della caldaia stessa, compromettendone l’utilizzo soprattutto sul lungo periodo;
- erosione: fenomeno meccanico che si sviluppa a causa dell’impatto di tali bolle d’aria contro le pareti delle tubazioni andando, anche in questo caso, a danneggiare l’impianto in modo lento ma costante nel tempo;
- cavitazione: fenomeno termodinamico che, tramite una riduzione repentina della pressione a parità di temperatura e tensione di vapore, porta alla formazione di zone di vapore più o meno estese all’interno di un fluido con conseguenti implosioni che generano sia danni alle strutture coinvolte che fenomeni acustici ingenti.
In questo contesto, assumono particolare importanza le valvole per lo sfogo dell’aria che consentono l’eliminazione di questa e portano, indirettamente, a durate maggiori degli impianti con benefici sia dal punto di vista economico che di quello manutentivo. Infatti, a fronte di una spesa limitata in fase di progetto e installazione, è possibile ridurre al minimo gli interventi di manutenzione straordinari per correggere anomalie e malfunzionamenti che sono spesso difficili da individuare e, a seconda della localizzazione, possono risultare anche di difficile raggiungimento.
Nonostante questo, è importante sottolineare che una corretta installazione e manutenzione ordinaria delle valvole per lo sfogo dell’aria è fondamentale per poter sfruttare a pieno le caratteristiche di queste tipologie di componenti. Al contrario, la negligenza o la scarsa attenzione in queste fasi può vanificare i vantaggi apportati dalle valvole.

28/03/2022


Vedi anche
28/06/2016 Valvole di sfogo aria ed equilibrio interno Valvole di sfogo aria funzionano grazie al lavoro di un galleggiante interno che ne regola l'equilibrio.

28/05/2017 Valvola di sfogo aria e gli accumuli negli impianti Valvola di sfogo aria manuali ed automatiche per ridare efficienza agli impianti di riscaldamento

28/06/2017 Non serve l'intervento dell'operatore ma bastano le valvole di sfogo aria Usare le valvole di sfogo aria per eliminare gli accumuli di gas e aria negli impianti è importante per una resa ottimale degli stessi

28/01/2018 Valvola di sfogo aria comandata da un galleggiante Con sistema a galleggiante la valvola di sfogo aria elimina gli accumuli di gas negli impianti

28/09/2017 Valvola di sfogo aria automatica per la resa dell'impianto A monte della caldaia l'utilità della valvola di sfogo aria per evitare accumuli di gas disciolti


I contenuti di questo sito non hanno carattere di periodicità e non rappresentano 'prodotto editoriale'.