CATEGORIE
Minicentraline (1)
Resistenze elettriche (1)

ARCHIVIO
febbraio 2021
gennaio 2021
dicembre 2020
novembre 2020
ottobre 2020
settembre 2020
agosto 2020
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
aprile 2011

Con i collettori in ottone ho minori cali di pressione

Collettori in ottone necessitano di una scatola dove essere alloggiati che va fissata nella parete del bagno.

Quando prevediamo l’installazione di un nuovo bagno, possiamo scegliere di utilizzare per la distribuzione dei collettori in ottone che hanno pregi e difetti rispetto a un collegamento in serie tipico delle installazioni fatte con tubo zincato o rigido come il PPR.
Uno dei pregi dei collettori in ottone è una migliore distribuzione della pressione e un calo minore, nel caso di utilizzo contemporaneo di più utenze, questo è dovuto alla configurazione dell’impianto. Infatti non ho più una tubazione in cui l’ultima utenza risente dei consumi di tutte le precedenti, ma ho un punto di partenza comune a pressione costante e rami di tubazione praticamente molto simili in lunghezza. Teniamo poi conto che, nel caso di collettori in ottone con rubinetto di intercettazione, possiamo isolare il singolo ramo per eventuali manutenzioni senza precludere l’utilizzo del resto del bagno.
Il difetto: quando scegliamo di installare i collettori in ottone dobbiamo tenere conto del loro ingombro, un problema non secondario, sia dal punto di vista costruttivo che estetico. Infatti la loro installazione normalmente prevede l’utilizzo di cassette che vanno alloggiate in parete che non sono facili da nascondere e in un bagno possono creare problemi estetici.
 

23/06/2016


Vedi anche
23/11/2018 Collettori per riscaldamento a derivazione multipla Combinare assieme i collettori per riscaldamento per ottenere il giusto numero di derivazioni

23/09/2016 Collettori per impianti sanitari: quale modello scelgo? Collettori per impianti sanitari realizzati partendo da un grezzo di ottone forgiato per dare omogeneità al materiale

23/05/2017 Collettori per acqua e tubo multistrato Collettori per acqua in ottone lavorato su macchine utensili per rendere modulari le vostre installazioni

23/01/2015 Alcuni pregi dei collettori in ottone Perché utilizzare i collettori in ottone negli impianti di riscaldamento e che vantaggi portano.

23/09/2017 Collettori per acqua con interasse 35 mm L'interasse 35mm rende i collettori per acqua un valida soluzione in termini di compattezza


I contenuti di questo sito non hanno carattere di periodicità e non rappresentano 'prodotto editoriale'.