CATEGORIE
Minicentraline (1)
Resistenze elettriche (1)

ARCHIVIO
gennaio 2021
dicembre 2020
novembre 2020
ottobre 2020
settembre 2020
agosto 2020
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
aprile 2011

Le valvole di intercettazione del combustibile: funzionamento e vantaggi

Tutto ciò che c'è da sapere sulle valvole di intercettazione del combustibile: i documenti, la composizione e il funzionamento.

Le valvole di intercettazione del combustibile sono dei componenti importanti all’interno di un impianto in quanto rappresentano un dispositivo di sicurezza ad azione positiva. Il ruolo principale svolto da questo dispositivo è quello di intercettare e bloccare il combustibile prima che giunga al bruciatore, evitando in questo modo che si raggiunga la temperatura di ebollizione del circuito in ingresso all’impianto. Questo rappresenta un metodo per evitare danni all’impianto stesso ma anche alle persone che si trovano nelle vicinanze di esso.
Essendo, appunto, un dispositivo di sicurezza deve essere certificato INAIL, ovvero deve rimandare ad una serie di documenti fondamentali:
1. Certificato di omologazione: è un documento a valenza quinquennale che certifica le valvole di intercettazione del combustibile che sono prodotte durante questo periodo. Le valvole prodotte con questa certificazione sono certificate a tempo indeterminato, anche dopo la scadenza dei cinque anni.
2. Verbale di taratura a banco: ogni singola valvola deve sottostare a dei test che devono risultare positivi. Un tecnico INAIL si occupa di redigere il verbale per ogni singola valvola e, tale documento, viene consegnato insieme alla valvola e ne certifica la taratura.
3. Dichiarazione del fabbricante: è un documento rilasciato dal produttore che attesta che il componente è stato prodotto in conformità con il certificato di omologazione.
Oltre ai documenti, è importante anche che l’installazione venga svolta in maniera corretta. Infatti, se vengono montate in maniera non idonea o vengono stretti in modo eccessivo i filetti, possono generarsi delle sollecitazioni che vanno a deformare e a rompere la valvola stessa, causando un malfunzionamento dell’impianto con tutti i rischi connessi.

Come funziona la valvola di intercettazione del combustibile?

I componenti fondamentali della valvola sono due:
- Il corpo valvola: entro il quale passa il combustibile, liquido o gassoso che sia;
- Il dispositivo di comando: dotato di elemento sensibile.

L’asta dell’otturatore è collegata al dispositivo di comando e provoca la chiusura della valvola qualora sia necessario. Se tutto funziona correttamente, l’asta dell’otturatore poggia sul pistone e garantisce il passaggio del combustibile. Qualora, però, si verificassero dei malfunzionamenti o delle anomalie, il pistone si sposta e provoca la chiusura facendo scendere l’asta dell’otturatore. Quali sono questi casi?
A) Eccessiva dilatazione del fluido: il pistone si sposta verso sinistra e provoca la discesa dell’asta andando a chiudere il passaggio del combustibile;
B) Rottura del capillare: il pistone si sposta verso destra e provoca, ancora una volta, la discesa dell’asta con conseguente chiusura del passaggio.
Una volta che la valvola si chiude, si può procedere al ritorno alla funzionalità solamente tramite un riarmo manuale che può avvenire solo se il fluido ha una temperatura sotto gli 87°C e il capillare non è rotto o guastato.
02/12/2020


Vedi anche
02/12/2014 Sicurezza positiva della valvola intercettazione combustibile Funzionamento e sicurezza della valvola intercettazione combustibile da applicare ai bruciatori e alle caldaie

02/09/2014 Peculiarità della valvola di intercettazione combustibile Alcune caratteristiche che rendono la valvola intercettazione combustibile di Gnali Bocia un prodotto sicuro

02/12/2015 Più sicurezza con le valvole di intercettazione del combustibile Le valvole di intercettazione sono dispositivi a sicurezza positiva che proteggono l'impianto in pressione.

02/05/2016 Valvole di intercettazione e monitoraggio della temperatura del fluido La valvole di intercettazione è un dispositivo ad azione positiva che interrompe l'afflusso del combustibile

02/05/2020 Il funzionamento delle valvole di intercettazione Il generatore termico è servito dalla valvola di intercettazione che permette un corretto dosaggio del combustibile


I contenuti di questo sito non hanno carattere di periodicità e non rappresentano 'prodotto editoriale'.