CATEGORIE
Minicentraline (1)
Resistenze elettriche (1)

ARCHIVIO
settembre 2019
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
aprile 2011

Tubi flessibili per l'acqua: tutto ciò che c'è da sapere

L’installazione dei tubi flessibili per l’acqua
I tubi flessibili sono componenti che presentano numerose applicazioni e che possono coinvolgere fluidi e materiali molto differenti. Per quanto vengano sempre fornite le istruzioni corrette per il montaggio, molti guasti e malfunzionamenti derivano proprio da un’installazione non corretta.


Come sono fatti i tubi flessibili?

I tubi flessibili presentano due principali categorie di applicazioni: i tubi per gas e i tubi per l’acqua. Sulla base di questa classificazione possiamo distinguere diverse tipologie, realizzate in materiali differenti.

I tubi flessibili per il gas possono essere:

- In gomma: sono realizzati in maniera da essere compatibili con il fluido che veicolano e in modo da garantire la durata nel tempo, senza andare incontro a fenomeni di corrosione. Il principale difetto è dato dalla necessità di essere controllati e sostituiti con cadenza periodica.
- In plastica: sono realizzati in PVC e hanno la caratteristica di essere molto resistenti all’aggressività di alcuni gas. Come per i tubi in gomma, devono essere periodicamente sostituiti.
- In acciaio inox con guaina in plastica: la guaina non ha carattere strutturale e non deve contribuire alla resistenza del tubo durante le prove di rispondenza alle norme. Lo scopo della guaina è quello di proteggere dalle abrasioni e il materiale deve essere scelto in modo che non degradi o corroda la superficie esterna.

Per i tubi ad acqua, invece:

- In acciaio inox senza guaina in plastica: l’acciaio usato è un acciaio della famiglia AISI 316L a basso tenore di carbonio, che lo rende maggiormente saldabile durante le fasi di costruzione.
La realizzazione parte dal tubo corrugato a cui vengono saldati all’estremità due raccordi, uno fisso e uno girevole. Questo permette un montaggio rapido senza particolari torsioni.


Regole di base per l’installazione dei tubi flessibili

Per un corretto montaggio dei tubi flessibili in applicazioni che richiedono il loro utilizzo, bisogna seguire alcune regole e sottostare a determinate normative. In prima approssimazione, esistono delle regole dettate dall’esperienza e dal buon senso:
1. La lunghezza deve essere sempre maggiore dello spazio interessato, in maniera tale da non far lavorare il tubo in tensione e ridurre in questo modo i rischi legati al danneggiamento e alla rottura. Per questo motivo conviene controllare che il tubo non si torca su sé stesso causando pieghe anomale e rischiose per il suo corretto funzionamento.
2. In fase di serraggio occorre usare strumenti idonei per applicare una forza corretta, evitando di forzare i raccordi: in caso contrario, il rischio di formare cricche aumenta. Nel caso si utilizzino gli O-ring, non serve applicare una particolare forza: infatti, essi non lavorano per compressione ma fanno tenuta per deformazione sotto la pressione dell’acqua.
3. Bisogna evitare in qualsiasi modo che il tubo, sia in fase di montaggio che in fase di esercizio, entri in contatto con altri elementi che possano andare a danneggiarlo istantaneamente o nel tempo mediante fenomeni di usura per sfregamento o corrosione esterna.
4. Il raggio di curvatura indicato sulle schede tecniche deve essere sempre rispettato. In caso contrario si rischia di provocare una o più occlusioni al tubo che possono portare all’ostruzione del flusso del fluido che vi scorre all’interno.

Queste indicazioni sono fondamentali per una corretta installazione e un efficace funzionamento dei tubi flessibili. Tali regole, anche se del tutto generali, possono permettere un risparmio sia dal punto di vista delle tempistiche (installazione, manutenzione, dismissione, sostituzione), sia dal punto di vista dei costi (costi dei tubi, costi di manodopera, costi di intervento, costi del guasto). Inoltre, un guasto può creare disagi più o meno importanti alla salute e alla sicurezza delle persone che si trovano in prossimità delle installazioni. Per questo motivo l’attenzione e il controllo costituiscono una parte fondamentale che non deve e non può essere trascurata.


L’installazione di tubi flessibili per l’acqua

Per la commercializzazione in tutto il mondo, questi tubi flessibili devono rispettare la norma UNI CIG 7129: essa fissa i criteri per la progettazione, l’installazione, la messa in servizio e la manutenzione degli impianti domestici per l’utilizzo di gas combusti distribuiti per mezzo di canalizzazioni. Nonostante questa norma si riferisca esplicitamente ad impianti per gas combusti, viene riadattata anche per i tubi flessibili ad acqua. In particolare, viene raccomandato che i tubi flessibili non vengano messi in opera con caratteristiche qualitative minori della norma UNI 8863. Ci sono alcune regole da seguire che sono espresse nelle normative:
- Il tubo non può mai essere esteso per una lunghezza maggiore di due volte la sua lunghezza compressa, pena un indebolimento delle pareti. Per questioni di sicurezza, si consiglia di non lavorare mai alla lunghezza limite ma solamente a lunghezze inferiori.
- Il montaggio deve essere eseguito evitando in ogni maniera sfregamenti dei tubi: per far questo, vengono utilizzati dei supporti che riducono i movimenti e i rischi di danneggiamento per usura.
- Durante il montaggio dei tubi flessibili non bisogna curvare il tubo in prossimità dei raccordi ma ad una distanza circa pari a 50 mm.
- Il raggio di curvatura minimo non deve scendere sotto le tre volte il diametro del tubo stesso. In questa maniera si riesce a far fronte alla problematica dell’invecchiamento.
Queste regole sono riportate all’interno di normative e, quindi, hanno un valore formale. Esistono, però, delle raccomandazioni e dei “trucchi” ulteriori per permettere un montaggio corretto e in sicurezza:
- Effettuare un controllo visivo sulle superfici di tenuta, sulle guarnizioni e sulle filettature dei raccordi in modo da verificare che non ci siano difetti e che tutti i componenti siano puliti.
- Avvolgere qualche giro di nastro isolante elettrico a metà del tubo: questo metodo poco scientifico serve per ridurre eventuali vibrazioni dei tubi flessibili ad acqua, specialmente quelli che collegano le caldaie.
 

20/05/2019


Vedi anche
20/02/2017 Precauzioni nel montaggio dei tubi flessibili per acqua Tubi flessibili per acqua vengono costriti secondo la norma uni cig 7129 che non prevede la copertura plastica

20/11/2017 Trucchi per installare i tubi flessibili per acqua Vediamo alcuni accorgimenti per l'istallazione dei tubi flessibili per acqua in acciaio inox corrugato.

20/02/2018 Tubi flessibili in acciaio inox con guaina protettiva in plastica Tubi flessibili in acciaio inox rispondono alle norme uni cig 9891 che prevede la protezione esterna in polimero plastico

20/11/2013 La norma UNI-CIG 7129 e i tubi flessibili per acqua Per poter essere commercializzati secondo un'adeguata certificazione di fabbricazione, i tubi flessibili per acqua devono rispettare la norma UNI CIG 7129

20/05/2018 Tubi flessibili per acqua della serie FL289 Tubi flessibili per acqua realizzato rispettando le indicazioni della norma UNI CIG 7129


I contenuti di questo sito non hanno carattere di periodicità e non rappresentano 'prodotto editoriale'.