CATEGORIE
Minicentraline (1)
Resistenze elettriche (1)

ARCHIVIO
agosto 2021
luglio 2021
giugno 2021
maggio 2021
aprile 2021
marzo 2021
febbraio 2021
gennaio 2021
dicembre 2020
novembre 2020
ottobre 2020
settembre 2020
agosto 2020
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
aprile 2011

Valvola di sicurezza e montaggio sullo scaldabagno

La valvola di sicurezza e di ritegno va montata sull'ingresso dello scaldabagno per funzionare correttamente

La valvola per lo scaldabagno è un dispositivo fondamentale per questa tipologia di applicazioni in quanto consente di ridurre gli sprechi ma, soprattutto, garantisce un livello elevato di sicurezza sia per gli impianti che per le persone che si trovano in prossimità. Appare, dunque, evidente come la progettazione e la realizzazione secondo normative di questa tipologia di componenti non rappresenti solamente un aspetto importante, ma anche una necessità.

In particolare, tale tipo di valvola consente di ottenere contemporaneamente due funzioni:
-    Sicurezza: è ottenuto mediante una molla che agisce su un otturatore. Qualora il valore di pressione riscontrato del fluido superi il valore massimo ammissibile di taratura (tipicamente 8 bar), l’otturatore viene aperto e consente uno scarico con fuoriuscita di liquido fino al raggiungimento di un valore di pressione ammissibile;
-    Ritegno: è ottenuto mediante una guarnizione e un sistema brevettato “antigoccia” che permette di evitare spiacevoli fuoriuscite e gocciolamenti che riducono il rendimento dell’impianto e ne compromettono il funzionamento ideale.

Un’altra importante caratteristica che si può riscontrare è che le valvole possono presentare uno svuotamento manuale o automatico. Nel primo caso è presente una levetta che può essere azionata manualmente da un operatore senza ricorrere allo smontaggio della valvola stessa, mentre nel secondo caso non è presente tale levetta. In ogni caso, a prescindere dalla possibilità di azione manuale, sono progettate perché non possa essere svolta una modifica della taratura “da fabbrica” del componente da parte di personale non autorizzato a svolgere tale funzione.

Gli elementi costitutivi della valvola per lo scaldabagno

Le valvole presenti all’interno della sezione dedicata del catalogo di Gnali Bocia presentano degli elementi costituitivi comuni:
A) Corpo: realizzato in ottone EN 12165- CW617 N, costituisce il corpo esterno della valvola;
B) Molle: realizzate in acciaio inossidabile, svolgono la funzione sopra descritta in accoppiamento con l’otturatore;
C) Guarnizione: realizzata in gomma sintetica “anti-incollamento”, garantisce la tenuta del componente evitando perdite o malfunzionamenti che possono andare a danneggiare l’efficienza e il rendimento di tutto l’impianto.
Questi sono i componenti principali, anche se vi sono altri particolari realizzati sempre in ottone o con l’utilizzo di materiali plastici resistenti al calore.

Altre caratteristiche funzionali delle valvole per lo scaldabagno

Altri aspetti importanti che riguardano questa tipologia di componenti, come per tutti i dispositivi che veicolano fluidi gassosi o liquidi, sono i valori massimi ammissibili di pressione e temperatura. Per quanto riguarda quest’ultima, la temperatura massima di funzionamento ammissibile è pari a circa 100°C; invece, per quanto riguarda la pressione di taratura, il valore standard è pari a 8 bar, anche se possono essere realizzate altre tarature su richiesta del cliente.

20/05/2021


Vedi anche
20/04/2021 Il ruolo degli stabilizzatori di pressione in un impianto a gas Stabilizzatori di pressione per gas: che cosa sono, quali funzioni hanno, quali sono i componenti fondamentali.

20/04/2013 Le disposizioni in materia di sicurezza offerte dalle valvole Gnali Bocia Le valvole di sicurezza sono studiate e progettate per lavorare a contatto con sistemi di accumulo dell'acqua calda per impianti sanitari

20/07/2021 Valvole di intercettazione del combustibile: principi generali Valvole di intercettazione del combustibile: ecco tutto ciò che c'è da sapere rispetto a questi componenti fondamentali.

20/11/2014 L'installazione della valvola di sicurezza Alcuni criteri di installazione della valvola di sicurezza all'interno dell'impianto

20/05/2015 Guarnizioni anti incollamento per la valvola di sicurezza Installazione di una valvola di sicurezza all'interno dell'impianto per garantirne l'integrità


I contenuti di questo sito non hanno carattere di periodicità e non rappresentano 'prodotto editoriale'.