CATEGORIE
Minicentraline (1)
Resistenze elettriche (1)

ARCHIVIO
aprile 2021
marzo 2021
febbraio 2021
gennaio 2021
dicembre 2020
novembre 2020
ottobre 2020
settembre 2020
agosto 2020
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
aprile 2011

L'uso del regolatore di pressione negli impianti GPL per automotive

L’utilizzo del gas GPL o metano per l’alimentazione di autovetture è sempre più crescente nel mercato globale dell’automotive grazie sia ad una riduzione dei costi che ad una visione ecosostenibile del settore dei trasporti. Concentrandoci sul GPL, il consumo rispetto ad un classico motore benzina è circa il 20% superiore ma il vantaggio sta nel costo di questo tipo di alimentazione che è circa della metà.
Per quanto riguarda la realizzazione, esiste sia la possibilità di convertire automobili a benzina in un sistema ibrido sia la possibilità di comprare automobili dotate di entrambi i sistemi. Inoltre, si stanno sviluppando motori sempre più prestanti e che possiedano tutte i dispositivi necessari per far si che l’utilizzo avvenga in sicurezza. Inoltre, a norma di legge, è necessario che sia presente un commutatore che permetta di scegliere il tipo di alimentazione comodamente dalla postazione di guida.

Come funziona un impianto gpl per il settore delle automobili?

L’impianto consta di varie parti necessarie per il corretto funzionamento. In particolare, possiamo notare:

- Il serbatoio: generalmente è in materiale molto resistente per poter sopportate urti o danneggiamenti preservando la salute dell’automobilista in caso di incidente. Il GPL al suo interno è mantenuto ad una pressione decisamente elevate pari a circa 300 bar di collaudo e 220 di esercizio ed è allo stato liquido. Tali pressioni permettono di immagazzinare grandi quantità e in maniera efficace, consentendo lunghi tragitti.

- Riduttore o regolatore di pressione primario: serve per portare il gas alla pressione desiderata per l’esercizio rimanendo sempre allo stato liquido. Si passa da circa 3/10 kg/cm2 a 0,4/1,2 kg/cm2.

- Vaporizzatore: il fluido entra in una serpentina in controcorrente con acqua calda proveniente dal motore provocando un riscaldamento e la vaporizzazione del GPL.

- Riduttore o regolatore di pressione secondario: la pressione viene riportata ad un valore inferiore rispetto a quella atmosferica. È fondamentale che funzioni correttamente per regolare il flusso al carburatore. Inoltre, è molto sensibile alle temperature e alle condizioni di funzionamento e deve far in modo che la pressione risulti sempre inferiore a quella atmosferica per evitare che il GPL fugga liberamente nell’atmosfera durante il funzionamento dell’impianto.

- Collettore di aspirazione: tramite gli iniettori raggiunge questo componente e si forma una miscela con aria adatta per la combustione.

- Combustione: a questo punto è possibile far avvenire la combustione facendo in modo che l’autovettura sia correttamente alimentata.

Da questa semplice schematizzazione dell’impianto appare chiaro che il GPL necessiti sicuramente dei regolatori o riduttori di pressione per svolgere correttamente il suo compito all’interno del ciclo di alimentazione di un’automobile. L’installazione, la manutenzione e il corretto utilizzo sono pratiche fondamentali per far si che non si danneggino i componenti e vi sia un funzionamento ottimale.
21/12/2020


Vedi anche
21/08/2018 Regolatori di pressione per una combustione ottimale La combustione è legata alla buona azione dei regolatori di pressione che stabilizzano il gas in ontrata da un serbatoio

21/06/2020 I regolatori di bassa pressione utilizzati per gpl e gas I regolatori di bassa pressione, presenti in molteplici dimensioni e varianti, vengono utilizzati nella manutenzione e gestione di flussi di gas e gpl

21/11/2020 Il principio di funzionamento dei riduttori di pressione acqua Soluzioni robuste applicate ai riduttori di pressione acqua per salvaguardare il tuo impianto.

21/11/2013 La gestione della pressione nelle minicentraline Le minicentraline controllano la pressione tra monte e valle del componente, assicurandone un corretto funzionamento

21/10/2013 I regolatori di alta e bassa pressione progettati da Gnali Bocia Gli impianti che lavorano con fluidi comprimibili hanno esigenza di dover mantenere costante la pressione di lavoro e quindi utilizzano appositi regolatori di pressione


I contenuti di questo sito non hanno carattere di periodicità e non rappresentano 'prodotto editoriale'.